l'io in vetrina le macchinine del paese di mali
Le macchinine del paese di Mali

A volte non si ha il tempo di mettere per esteso quanto ti passa per la
testa o davanti agli occhi.
E di tempo se ne ha sempre meno.
Viviamo pressati dall'urgenza, anche se non si sa bene perché cosa.
Il tempo ti va stretto per pensare e quando ci riesci ti va stretto per
comunicare. E' cosí.
Da questa situazione non puoi far altro che esprimerti per scampoli di
discorso, come quelli che raccogli quando ti racconti giorno per giorno
Basta riportare gli appunti presi e regalarli nella speranza che risultino
almeno in parte comprensibili e, forse, persino utili.

05/01/1989

- Mi spiace terribilmente che Chiara non abbia potuto venire. Ha perso i baobab.

- Baobab brutti alberi. Meglio inventarseli.

- Chissá come si chiama il bambino di questa macchinina in latta (l). Alexander ?

- No! Piccolo Principe, non fare attenzione ai baobab. Papá ti ha raccontato una bugia (2).

- lo qui, io che in spiaggia non ho mai giocalo per non sporcarmi con la sabbia,

- E' meglio lasciare che i bambini chiedano in elemosina un - tricot - , un - bonbon - oppure scambino il proprio lavoro?

- Balise - (3) é il termine piú ricorrente.

06/01/1989

- Qui il tempo non ha nessuna premura, e anche costo.

- Un ragazzino non ha voluto barattare la sua macchinina. Buon segno! Vero, Giuseppe? (4).

- Si! - renard -, hai ragione tu: é il tempo che hai perduto per la tua rosa che ha fatto la tua rosa cosí importante (2). E' una veritá perduta.

- Tutto pare provvisorio, Persino la forma in arte.

- Un'altra macchinina, un altro baratto, e una felicitá come da noi non si usa piú.

- Una volta, tanto tempo fa, si partiva con collane di vetro colorato e si tornava con oro. Oggi si parte con oro (denaro) e si torna con collanine e pezzetti dI vetro, Che buffa la storia.

07/01/89

- Abbiamo perso l'ingenuitá dell'oggetto . Per questo ci affascina ogni oggetto ove sia rintracciabile la nostra perduta manualitá.

- Si vive con approssimazione. Forse anche da noi, solo che qui lo si avverte di piú.

- Ripassare Maria per impararla a memoria.


1 - Le macchinine sono giocattoli che i bambini del Mali si costruiscono in - materiali poveri - e con diverse tecnologie a seconda del luogo. Cosí a Bandiagara vengono utilizzati pezzi di plastica colorata, in genere scarpe, incollati. A Sangha sono usate le latte della conserva graffate. in Gao e nei dintorni si usa il fil diferro e ancora le latte ma unite con una insolita rivettatura.

2 - Riferimento a Antoine de Saint-Exupéry IL PICCOLO PRINCIPE ed. Bompiani.

3 - Balise Segnale di riferimento posto lungo la pista.

4 - Riferimento alla poesia di Gilbert Gratiant ALZATI! GIUSEPPE! - in NUOVA POESIA NEGRA ed. Guanda.



Torino - aprile 1989

Mino Rosso